mercoledì 22 settembre 2021

Presunzione, invidia, umiltà e finta modestia. Impariamo a riconoscerle e a evitarle. Libri e autori.



VIDEO NUOVO - Presunzione, invidia, umiltà e finta modestia: imparare a riconoscerle ci pone su un livello di superiorità rispetto alla stragrande maggioranza delle persone che non riesce a distinguerle; e ci permette di non risultare sciocchi e banali come tutti quelli che parlano per sentito dire e per frasi fatte.

Ricordiamoci sempre che uno scrittore dovrebbe avere la parvenza di un intellettuale: è fondamentale, pertanto, imparare a non pensare (e non parlare!) come la gente meno colta è abituata a fare.

Non mancheranno esperienze personali di vita vissuta, battute su alcuni libri letti e divertenti sfottò su due notizie che, nei giorni in cui è stato registrato il video (il secondo sabato di settembre), sono state tra le più chiacchierate del web.

Buona visione.

mercoledì 15 settembre 2021

Scrittori e comunicazione: riflessioni e considerazioni sul mondo dei libri e su chi ce la può fare.



VIDEO NUOVO - Nel video di oggi esprimerò le mie considerazioni sull'importanza della comunicazione e su come sia facile per tutti, al giorno d'oggi, crearsi un pubblico.

Proviamo a vedere la differenza tra l'essere seguiti per la popolarità e l'essere seguiti per le reali capacità.

Buona visione.

mercoledì 8 settembre 2021

Scrittori, autori, video-corsi e professionalità: l'importanza della gavetta e dell'esperienza.



VIDEO NUOVO - Nel video di oggi esprimerò le mie considerazioni sulla professionalità delle varie figure lavorative, per le quali esistono dei corsi di formazione: parleremo di scrittura e di social media marketing. Proviamo a capire di chi possiamo fidarci e da chi dobbiamo scappare a gambe levate.

Buona visione.

lunedì 30 agosto 2021

Come vendere un libro. Video promozioni sui social: funzionano? Meglio YouTube, Facebook o Tik Tok?



VIDEO NUOVO - Nel video di oggi risponderò alla domanda di Claudia che, in corrispondenza del video «Le strategie di marketing più efficaci per vendere un libro attraverso Facebook e i social» https://youtu.be/PH23srtAhMU, si pone il dubbio sull'efficacia dei video su YouTube e Facebook per la promozione del suo libro.

Proviamo ad analizzare la questione; e vediamo quando e come un video può risultare efficace sui social classici. Vediamo inoltre come potremmo sfruttare la popolarità del "neonato" Tik Tok per ritagliarci uno spazio in cui farci conoscere prima come persone, e poi come autori di un libro.

Nell'ultimo quarto d'ora, vi racconterò una significativa esperienza su alcuni falsi miti legati alla vendita, che portano gli imbonitori più ingenui a enfatizzare un prodotto descrivendone le caratteristiche eccezionali. Non serve a niente. Puntiamo sempre e solo sui vantaggi che il nostro "cliente" (nel nostro caso "lettore") potrebbe avere in seguito all'acquisto del nostro prodotto.

Buona visione.

mercoledì 25 agosto 2021

Libri e tecniche di scrittura. La tecnica del reality, del diario del giorno e dell'improvvisazione.



VIDEO NUOVO - Nel video di oggi proviamo a parlare dalla "tecnica" di scrittura preferita da coloro che, per la prima volta, si cimentano nella scrittura di un libro. Quella che io chiamo da sempre "diario del giorno"; che un'amica, qualche tempo fa, ha etichettato come "scrittura reality" e che, in sintesi, potrebbe essere semplicemente identificata con la sua vera natura: improvvisazione.

Mi è però capitata tra le mani l'opera di un'autrice professionista che, in maniera consapevole, adotta uno stile "reality" o "diario del giorno", attraverso una costruzione delle scene, e uno sviluppo della trama, dal sapore professionale, che mi ha lasciata piacevolmente sorpresa, e mi ha permesso di analizzare la questione: non è che questa sarà la tecnica che tra un paio di anni prenderà il sopravvento su tutte le altre?

Parliamone.

sabato 21 agosto 2021

Errori frequenti sui libri: quando gli autori scrivono cose che non conoscono. I ricchi e i poveri.



VIDEO NUOVO - Nel video di oggi prendiamo in esame alcuni degli errori più frequenti commessi ingenuamente da alcuni autori in erba, convinti che la fantasia e l'ispirazione possano giustificare qualunque tipo di errore oggettivo presente in un libro.

Se è vero che la fantasia può muoversi in totale libertà per dare vita ai nostri personaggi, è anche vero che se ci muoviamo in un mondo reale, dobbiamo rispettare in maniera pedissequa determinate condizioni e determinati dati di fatto che chiunque, in qualunque momento, potrebbe rivendicare.

Evitiamo ai lettori di pronunciare quelle due paroline che io, di fronte a scritti mediocri, caratterizzati da un'ingenua fantasia che supera di gran lunga la realtà, mi ritrovo a esclamare sempre più spesso: «Sì, vabbè!»

Negli ultimi venti minuti di video, racconto alcune esperienze personali vissute "nel mondo dei ricchi" che mi hanno segnata profondamente, a causa della necessità di certe persone di creare una netta differenza tra chi, nella società, svolge un lavoro, e chi ne svolge un altro. Mettendo in luce una cosa che nel terzo millennio dovrebbe far ridere ma che, invece, è maledettamente reale: chi ha di meno NON È ALL'ALTEZZA di chi ha di più.

Buona visione e... buona presa di coscienza.

lunedì 16 agosto 2021

Immagine pubblica e body shaming: come affrontare l'argomento senza sembrare incoerenti?



VIDEO NUOVO - Nel video di oggi prendiamo in esame un argomento di tendenza, spesso sfruttato dalle autrici per farsi belle agli occhi degli altri: il Body Shaming. Salvo poi evidenziare nette incongruenze coi contenuti dei post quotidiani.

Come spiegavamo anche nei video precedenti, per un autore che desidera essere preso sul serio da una fetta di pubblico intelligente, e non vuole avere presa solo sui soliti cretinetti, la coerenza è fondamentale.

Predicare bene, ma razzolare male, è il primo passo che può portarvi a cadere vittime di involontari incidenti che vi faranno apparire ipocriti: non c'è nulla di più fastidioso di belle parole, gettate al vento come fumo negli occhi, che vengono poi smentite dai fatti.

Ricordate che la gente non è stupida. E quando si accorge dei vostri bluff, la vostra credibilità è finita per sempre.

Riflettiamoci insieme in questo video.

giovedì 12 agosto 2021

Scappa da un autore se... il valore e l'inutilità delle polemiche. Cosa non fare se scriviamo libri.



VIDEO SPECIAL - Continuiamo la serie dei video intitolati "Scappa da un autore se..." con questo secondo appuntamento, nel quale approfondiamo una volta di più, attraverso nuove considerazioni e nuovi punti di vista, il concetto delle polemiche.

Mettiamo in luce l'inutilità delle polemiche, con la consapevolezza che possono essere un'arma a doppio taglio: il modo che usa un autore per svilire se stesso e la sua immagine.

Concludiamo con un dettaglio in apparenza un po' blasfemo, in realtà ironico, che cerca di mettere in luce il tipico atteggiamento di arroganza fuori misura che spesso, forse per nascondere la propria insicurezza, gli autori mettono in campo, in maniera più o meno consapevole. Teoria un po' forte ma, come dico spesso, prendetela con le pinze e fatevi una bella risata insieme a me.

lunedì 9 agosto 2021

Libri. Errori tipici degli autori e degli editor: cosa non dovrebbero mai fare per risultare credibili.



VIDEO SPECIAL - Buongiorno amici, buon inizio di settimana.

Questo è il primo video di una serie che mi piace denominare così: «Lettori, scappate da un autore, e non acquistate il suo libro, se...»

Vedremo una volta di più, attraverso nuovi riferimenti e nuove "orribili" scoperte fatte sui social, cosa un autore non dovrebbe MAI fare per risultare credibile.

Gli argomenti che tratteremo in questo video sono tantissimi, ma verteranno su un punto fondamentale: gli errori tipici, e sempre più frequenti, fatti da sedicenti autori e sedicenti editor, di fronte ai quali possiamo valutare facilmente la loro inesperienza, la loro inettitudine e la loro incapacità.

Così come mi preme molto diffidare i lettori dallo scegliere determinati autori, mi preme anche invitare gli autori a non lasciarsi incantare da sedicenti editor che, pubblicamente, deridono gli errori più frequenti ritrovati sui testi degli autori che si affidano a loro. Atteggiamenti non etici, non professionali, moralmente contestabili.

Concludiamo con un'altra assurda trovata degli autori dell'ultima ora, convinti che non occorre lavorare sul proprio scritto in maniera meticolosa. Loro pensano a creare la storia, sfruttando il loro "innegabile GENIO", che li porta a creare una storia pazzesca; ci penseranno poi gli editor e i correttori di bozze a ripulire il lavoro dagli strafalcioni.

Ehm, siamo proprio sicuri che funzioni così? In questo video espongo il mio pensiero sull'argomento.

giovedì 5 agosto 2021

Vendere un libro: serve più bravura o fortuna? Parliamone insieme (consigli per scrittori)



VIDEO SPECIAL - Buongiorno amici, nonostante il periodo denso di impegni che non mi consente di pubblicare i miei video con regolarità, trovo finalmente un momento per fare due chiacchiere insieme a voi.

Gli argomenti che tratteremo oggi sono tantissimi, quindi se siete scrittori in erba che avete pubblicato dei libri, e vi chiedete come mai voi non vendete niente e gli altri invece sì, probabilmente vi sarete fatti più volte la stessa domanda:

«Ma è questione di bravura? O ci vuole anche tanta fortuna?»

Premesso che io non credo nella fortuna, c'è da dire che le vendite di un libro non avvengono mai per caso. Non in un mercato come quello italiano in cui la valanga di libri a disposizione è tantissima e la quantità di gente disposta a leggerli è nettamente più bassa.

Se qualche autore vi parla di "caso", "fortuna", "coincidenze positive", nel 98% dei casi sta mentendo. Ci sono sempre, SEMPRE, delle operazioni che vengono fatte per spingere un libro. SEMPRE. Operazioni che non dipendono tanto dalla bravura dell'autore a scrivere, quanto dalla sua capacità a vendersi. Che - intendiamoci bene - è un merito. Capisco che possa dar fastidio quando non c'è la giusta corrispondenza tra qualità del libro e la quantità delle vendite di quel libro, ma se siamo entrati in questo mercato, dobbiamo farcene una ragione: sapersi vendere è una parte importantissima del mestiere dello scrittore.

In questo video esaminiamo le varie situazioni, riprendendo delle operazioni truffaldine fatte da alcuni editori per spingere al massimo un libro con la minore spesa possibile; e anche quelle fatte dagli autori, allo scopo di far salire il libro più in alto possibile nelle varie classifiche di vendita.

Ricordatevi sempre che, a parte i casi eclatanti di scrittori già noti o influencer, youtuber, tiktoker e personaggi famosi in genere, nessuno riesce a vendere un libro così, standosene in panciolle nella propria cameretta, ad aspettare che i numeretti di vendita salgano, pronti a condividere col mondo i risultati del proprio libro che, guarda caso, si troverà sempre ai primi posti delle varie classifiche ma che (SEGNALE IMPORTANTISSIMO!), alla fine dei conti (chissà perché) nessuno conosce.

Ci sono delle strategie ben precise: alcune le conosciamo, e le abbiamo già viste mille mila volte nei video di questo canale. Oggi ne aggiungiamo di nuove, che sono state condivise con me da autrici che hanno delle collaborazioni attive sui social con autori che, giorno dopo giorno, studiano tattiche e strategie nuove, per riuscire a farsi largo in questo difficile mercato a suon di pesanti gomitate.

Una volta di più capiremo che tutto quello che, nel mondo, gira intorno al business, è frutto di tecniche e strategie. La qualità di un prodotto passa sempre in secondo piano: ce ne accorgiamo tutti i giorni vedendo le varie pubblicità on line, alla portata di tutti, in qualunque settore. Ci sono quelli bravi, certo: ma ci sono anche cani e porci che propongono roba allucinante spacciandocela come roba di prima qualità.

Lo stesso accade con i libri. Il concetto su cui molti strateghi del marketing puntano è: lascia che gli altri credano che tu sia già famoso; lascia che gli altri credano che tu sia il massimo esperto del tuo settore. Lascia che gli altri credano che tu sia questo; lascia che gli altri credano che tu sia quest'altro. Funziona così in qualunque campo, sul web, in cui c'è qualcuno che deve vendere qualcosa.

Funziona anche con gli scrittori. Perché la gente non sa distinguere tra uno bravo e uno meno bravo: la gente sa distinguere tra uno che le dà la percezione di vendere tanto e uno che le dà la percezione di essere uno sfigato cronico.

E, che vi piaccia o no, gli sfigati non piacciono a nessuno. A meno che non raccontino la storiella tragica di essere stati sfigati ed essere magicamente diventati delle persone più brave e sicure di sé. Ma questo è un altro discorso, che abbiamo già visto più volte.

La gente vuole immedesimazione: si riconosce nel vincente, ma non vuole riconoscersi nello sfigato. Si riconosce nell'ex sfigato che diventa vincente, ma non vuole riconoscersi nello sfigato e basta.

Ciò premesso, spero vi sia utile seguire le informazioni e le riflessioni di questo video, nel quale tiro in ballo anche mie esperienze passate e un esperimento attuale su un libro "riciclato", messo in vendita per testare il mercato. Seguiamone insieme le evoluzioni.